Dal primo settembre del 1939 al 15 agosto del 1945 il pianeta è sconvolto dalla Seconda Guerra Mondiale. Nell’agosto del 1939, Germania e Unione Sovietica firmano un patto di non aggressione e si accordano per spartirsi la Polonia. Nel settembre dello stesso anno, Hitler e Stalin invadono il Paese. Francia e Gran Bretagna, che hanno assicurato alla Polonia assistenza militare in caso di attacco, dichiarano guerra alla Germania. La Russia non viene coinvolta. Mussolini, legato ad Hitler dal cosiddetto patto d’acciaio del 1939, entra in guerra nel 1940. Nei primi due anni, la guerra è caratterizzata da una serie di vittorie delle forze dell’Asse Roma-Berlino. Ma alcuni eventi mutano il corso del conflitto: Hitler sconfessando il patto con Stalin, decide di attaccare l’Unione Sovietica. L’invasione è un fallimento. Nel Pacifico i Giapponesi, alleati di Italia e Germania, attaccano base USA di Pearl Harbour nel dicembre ‘41. Anche gli americani entrano in guerra.

Luglio 1943: le truppe anglo-americane, sbarcano in Sicilia, mentre l’Armata Rossa di Stalin comincia una lenta ma inesorabile avanzata verso Berlino. Nello stesso mese, Mussolini viene fatto destituire e arrestare dal Re d’Italia che affida il Governo al generale Badoglio. Settembre 1943: l’Italia si arrende e piomba nel caos. Nel giugno successivo gli anglo-americani sbarcano in Normandia. Il 25 aprile del 1945 l’Italia è definitivamente sotto il controllo degli alleati. Tre giorni dopo Mussolini viene ucciso sulle sponde del Lago di Como e due giorni più tardi Adolf Hitler si suicida. Le truppe sovietiche sono oramai padrone di Berlino, e il 7 maggio anche i tedeschi firmano la resa. Gli ultimi a capitolare sono i Giapponesi. Nell’agosto del 1945 gli americani lanciano l’atomica su Hiroshima, e qualche giorno più tardi, anche su Nagasaki. Russia, Inghilterra, Francia e Stati Uniti sono i vincitori della Guerra. La nuova geografia politica del pianeta è stata già disegnata alla conferenza di Yalta, nel febbraio 45. Germania, Italia e Giappone escono dal conflitto distrutte. Il dopoguerra vedrà il ruolo dell’Europa fortemente ridimensionato, e il mondo diviso in due: il blocco comunista guidato dall’Unione sovietica e l’Occidente alleato degli Stati Uniti.
Come in OVO
* required fields

By proceeding with the registration I declare I have read and accepted the

Come in OVO
OR
SIGN UP
  •   Forgot your password?
Reset your password