Jacques-Louis David, artista francese, è uno dei massimi esponenti della pittura neoclassica. Nasce a Parigi il 30 agosto 1748. Riceve un’ottima istruzione ed eccelle nel disegno fin da piccolo. Dopo aver studiato presso artisti già affermati, entra in Accademia. L’esperienza fondamentale della sua formazione è un soggiorno a Roma di cinque anni, durante il quale studia le antiche rovine, la scultura classica e i capolavori dell’arte italiana. Elabora così uno stile ispirato all’arte antica e ai grandi maestri del ‘500 e del ‘600. Ma nella pittura di David il recupero della tradizione classica non riguarda solo lo stile; nell’antichità, soprattutto nella storia di Roma e nell’epica greca, David trova modelli di virtù e di impegno civile. Emblematico di questa concezione è Il giuramento degli Orazi, che rappresenta un episodio della storia romana. I tre fratelli raffigurati nel dipinto giurano di battersi con onore per la vittoria di Roma nella guerra contro Albalonga. Pronti a sacrificare la vita per la patria, sono campioni di coraggio e di forza morale. Lo stile di David è solenne, e riproduce efficacemente la grandezza dell’evento.

La vita di David si svolge in un periodo tumultuoso della storia europea. Nel 1789 a Parigi esplode la Rivoluzione Francese. David si impegna per la causa rivoluzionaria, militando tra le fila dei giacobini, la corrente più radicale che mira a istaurare la repubblica, e che prevarrà sulla fazione moderata. Eletto deputato al nuovo parlamento, David promuove una serie di riforme in campo artistico, tra cui la soppressione della vecchia Accademia e l’istituzione di una Comune delle Arti. In questo periodo dipinge tele dedicate ai condottieri politici morti per la rivoluzione, tra cui spicca Marat assassinato, uno dei suoi capolavori. Il quadro raffigura Jean-Paul Marat, leader giacobino ucciso da una nobildonna schierata con i girondini, la corrente più moderata del fronte rivoluzionario. I girondini conquistano il potere nel 1794. Come molti giacobini, David viene arrestato e trascorre un periodo in carcere. Inizia a meditare sulla necessità di una riconciliazione tra le diverse fazioni rivoluzionarie. La figura femminile che interviene per dividere i romani dai sabini nel quadro L’intervento delle sabine esprime questa esigenza di pacificazione. Nel 1799 sale al potere Napoleone Bonaparte. David vede in lui l’uomo giusto per guidare la Francia, e ne diventa il pittore ufficiale. L’artista celebra Napoleone con numerosi ritratti e dipinti che esaltano le sue imprese e idealizzano la sua figura. Dopo la caduta di Napoleone nel 1815, David si trasferisce a Bruxelles, dove dipinge soprattutto soggetti mitologici. Muore a Bruxelles il 29 dicembre 1825, a 77 anni.

Come in OVO
* required fields

By proceeding with the registration I declare I have read and accepted the

Come in OVO
OR
SIGN UP
  •   Forgot your password?
Reset your password