Nell'ottobre 732 i Franchi, guidati da Carlo Martello, sconfiggono gli Arabi a Poitiers, in Francia, e ne arrestano l'avanzata in Europa.

Da circa un secolo il mondo islamico è in espansione.
Sconfitti i Bizantini e i Persiani, e conquistate Siria, Palestina e Nord Africa, i musulmani occupano la penisola iberica e minacciano le regioni meridionali della Francia.

Allo stesso tempo i Franchi, sotto la dinastia dei Merovingi, sono divisi. I re dell'epoca delegano gran parte dei propri poteri ai maggiordomi di palazzo, funzionari che governano ampie province.
Carlo Martello è il maggiordomo dell'Austrasia, a Est della Francia. Sconfitto il duca Oddone d'Aquitania, Carlo conquista la Neustria, e mira a riunificare la Francia sotto il proprio potere

Nel 732 gli eserciti arabi di Spagna, guidati da Abd el-Rahman, oltrepassano i Pirenei e invadono l'Aquitania,
annientando le truppe di Oddone a Bordeaux, e saccheggiando i ricchi monasteri della regione.
Oddone di Aquitania, in un primo momento alleato degli Arabi, chiede poi aiuto a Carlo Martello.
Radunato un esercito di cristiani, Carlo scende in Aquitania.
Le sue armate intercettano quelle musulmane sulla strada che da Poitiers conduce a Tours.

Posizionati i suoi uomini alla confluenza dei fiumi Clain e Vienne, Carlo schiera nelle prime linee la fanteria pesante e piccoli reparti di cavalleria. Nei boschi circostanti è nascosta la cavalleria di Oddone.
L'esercito di Abd el-Rahman si schiera a mezzaluna, con la cavalleria leggermente più avanzata dei fanti, per poter accerchiare i nemici.

Ma il vero scontro giunge solo al termine di una settimana di incursioni e schermaglie di poco conto.
Un sabato di ottobre la cavalleria islamica attacca in massa, nel tentativo di rompere le fila dei guerrieri franchi. Ai rapidi attacchi, i musulmani alternano improvvise ritirate, al fine di provocare una disordinata avanzata degli avversari.
Ma Carlo non cade nel tranello, e impone al suo esercito di fronteggiare gli attacchi restando compatti dietro scudi e picche.

Quando gran parte della cavalleria di Abd el-Rahman s'infrange contro il muro dei franchi, le truppe di Oddone escono dal bosco in cui erano nascoste, e fiaccano le ultime resistenze musulmane.

Da questo momento inizia la controffensiva di Carlo, in cui muoiono decine di migliaia di Arabi, tra cui lo stesso Abd el-Rahman.
La battaglia di Poitiers si conclude nell'arco di una giornata con la vittoria dell'esercito franco. L'incursione araba in Europa si arresta in maniera brusca.

Carlo esce politicamente rafforzato da questo successo. In pochi anni conquista la Francia meridionale, e getta le basi per la nascita, settant’anni più tardi, dell'Impero carolingio.
Come in OVO
* required fields

By proceeding with the registration I declare I have read and accepted the

Come in OVO
OR
SIGN UP
  •   Forgot your password?
Reset your password